-

Luce a 2700K, 4000K, 6000K: mostriamo le differenze


lampadine vintage

Quando dobbiamo sostituire delle lampadine sappiamo spesso in anticipo quanti lumen vogliamo e i watt di consumo. Più complesso da valutare è invece è il parametro della temperatura di colore: sarà meglio una lampadina da 2700K o da 6000K?

Pochi Kelvin => Luce calda

Innanzitutto, converrà ricordare una regola mnenomica per semplificare la decisione. Bisogna infatti ricordarsi che la luce calda è indicata un numero di Kelvin più basso (il che potrebbe sembrare un po' controintuitivo), come 2000K o 3000K. La luce fredda invece è caratterizzata da un numero di Kelvin più alto, tendenzialmente sopra i 5000K.

Alto CRI per una Migliore Visibilità

L'indice di resa cromotica, come dice la parola stessa, è una misura di come una luce artifiale possa riprodurre fedelmente i colori degli oggetti, come se questi fossero illuminati da luce naturale.

Nella foto qui sotto si può capire in un attimo perchè questo indica ha la sua importanza:

basso vs alto indice resa cromatica

Usare un'illuminazione con alto CRI dà quindi una visione più gradevole e più naturale, ancora più quando le nostre attività richiedono una corretta percezione dei colori.

Il valore di CRI per una resa cromatica sufficiente è di 80, se invece vogliamo arrivare ai valori ideali serve un indice pari a 95-100.

Che luce scegliere per gli ambienti di casa

L'acquisto di lampadine per l'illuminazione casalinga non è mai un'operazione così semplice. Infatti non esiste una lampadina che rappresenti la soluzione ideale per tutte le possibili esigenze di illuminazione.

Nei paragrafi seguenti trovata una guida alla temperatura di colore che meglio si adatta ad una certa zona della casa.

Alto CRI per la Cucina

La cucina è il nostro laboratorio per la preparazione del cibo, dobbiamo sminuzzare, valutare la freschezza degli alimenti e rifinire i piatti.

In questo contesto è consigliabile l'uso di lampadine con calda o neutra, inferiore a 4000K, e ad alta resa cromatica, con CRI superiore a 80.

Soggiorno

In questo ambiente vogliamo rilassarci e riposare gli occhi, quindi sono preferibili le luci calde, con temperatura di colore sotto i 3000K. Meno importante in questo caso l'indice di resa cromatica.

Camera da letto

Per la camera da letto vale un discorso simile al soggiorno, la luce calda risulterà più gradevole rispetto alla luce fredda.

Inoltre saranno necessari meno Lumen(indicativamente 400 Lumen per una stanza sotto i 10 metri quadrati) in modo da non soffrire troppo le luci accese quando ci alziamo la notte.

Sala da bagno

Per la luce del bagno il giudizio è più soggettivo, in quanto possono andare bene egualmente luce calda e luce fredda. La luce calda come sempre sarà da preferire ad esempio per il relax di un bagno caldo, ma la luce fredda ha il notevole vantaggio di dare al bagno un aspetto più pulito.

Sala studio

La lettura è fortemente influenzata dal colore della temperatura. In questo caso, una luce più fredda affatica meno la vista ed aiuta la concentrazione sullo studio. E' consigliato anche avere un buon indice di resa cromatica, con CRI superiore a 80.

Scale e corridoi

Le scale e corridoi sono zone di passaggio, quindi la scelta della temperatura di colore e meno importante.

Sarà invece da tenere in considerazione una luce ad accensione rapida, in quanto l'illuminazione deve risultare efficace per un breve lasso di tempo.

Lampada Alogena, Fluorescente e Led: che luce danno

Ora che abbiamo visto i casi più tipici di illuminazione in casa, proviamo a capire che tipo di risultati ci daranno i diversi tipi di lampadine.

Lampadina alogena

La lampada alogena funzionano in maniera molto simile alle storiche lampadine ad incandescenza. Queste infatti funzionano quando una corrente attraversa il filo di tungsteno, che scaldando emette la luce visibile. Il gas alogeno all'interno del bulbo favorisce una reazione chimica che aumenta la luminosità e la durata della lampadina.

Nonostante l'efficienza mediocre, le luci alogene hanno un ottimo indice di resa cromatica, grazie al loro spettro di emissione che assomiglia a quello della luce naturale. L'industria dà a queste sorgenti di luce un'indice di resa cromatica pari a 100.

La loro temperatura di colore è attorno ai 3000K-3500K, quindi danno una luce a metà tra il caldo e il neutro.

Lampadina fluorescente

Le lampade di tipo fluorescente sono state introdotte sul mercato più di 20 anni fa e rappresentano ancora oggi la più grande fetta di mercato.

Notevoli sono infatti i vantaggi di questa tecnologia: tra le maggiori, un'ottimo efficienza per diminuire i consumi, un'ampia gamma di temperature di colore e un buon indice di resa cromatica (anche se inferiore rispetto a quello delle lampadine alogene).

Luce LED

Arriviamo alla tecnologia più recente, ossia quella led o anche nota come illuminazione a stato solido.

La tecnologia LED è in generale più sofisticata rispetto a quella dei suoi predecessori e il costo nel 2019 è anche del 20-30% più alto rispetto alla media, ma è anche quella che garantisce le performance migliori, dura di più e inquina di meno.

I LED offrono le maggiori possibilità in termini di temperatura di colore. Si trovano le lampade a luce extra-calda con design retrò e le lampade a luce a luce fredda sopra i 6000K per le applicazioni industriali e mediche.

L'indice di resa cromatica per i LED varia anche ampiamente, si trovano lampadine comunemente con CRI superiore a 80 ma possono arrivare fino a valori di 95, molto simili al caso ideale delle lampade alogene.

Lascia il tuo commento a questo post!


Altri Post che potrebbero piacerti

Quanta Luce Fa 1 Watt Quanta Luce Fa Una Lampada: Guida Definitiva ai Lumen e Watt Equivalenti
Lampadine Vintage Lampadine Vintage: Come Scegliere le Migliori
Lampadine LED a Basso Consumo Migliori Lampadine Led E27: Guida alla Scelta Per Risparmo e Qualità
Docking Station Migliori docking station per iPhone, Guida e Recensioni
Termometri per Cottura Cotto a Puntino! I Migliori Termometri da Cucina => Come Scegliere
Generatori di Rumore Bianco Generatore Rumore Bianco: Scopri i Migliori per Dormire Meglio
Idropulsori Idropulsore Dentale, Waterpik o Portatile? Scopri i Migliori e Quale Scegliere