Ripetitori Wi-Fi, Copertura e Compatibilità: Scopri come scegliere i Migliori


Ripetitore Wi-Fi Amped Wireless Athena-EX High Power AC2600

Stai cominciando un episodio della tua serie in streaming preferita e ti accorgi che il segnale wi-fi in casa è più debole del solito, magari perchè si è lontani dal modem, che disdetta! Il ripetitore wi-fi è una soluzione spesso poco conosciuta che può venire in soccorso: come dice il nome stesso, esso amplifica e ripete il segnale wireless, "estendendo" la sua copertura nelle aree più remote della propria abitazione.

Non tutte le case, d'altronde, sono fatte uguali: in un monolocale il ripetitore non è necessario, in un appartamento ad ampia metratura, magari con delle mura spesse e su più piani invece il segnale wi-fi potrebbe avere più difficoltà a propagarsi dappertutto.

Al momento dell'acquisto, inoltre, ci si trova di fronte una serie di opzioni che non sappiamo se facciano al caso nostro. La scelta è in realtà meno complicata di quanto si possa pensare e in questa guida andremo a fare luce sulle varie caratteristiche di questi ripetitori.

Trovare il giusto ripetitore per il modem di casa

Risposta veloce: i range extender più venduti hanno compatibilità universale.

Il protocollo di comunicazione wi-fi ha più di vent'anni ed è evoluto fino ad oggi attraverso diversi standard: inizialmente c'era lo standanrd 802.11 b, capace di una trasmissione fino a 11 Mbit/secondo, per poi passare allo standard 802.11 g (54 Mbps), mentre oggi gli standard più diffusi sono lo 802.11 n e 802.11 AC, per connessioni fino 1.3 Gigabit per secondo.

Il problema però non si pone praticamente mai, in quanto i ripetitori sono progettati per essere compatibili sia con gli standard più nuovi che con quelli più vecchi. Se proprio si vuole essere certi della compatibilità, bisognerà guardare l'etichetta del modem di casa propria, annotare lo standard indicato (802.11 b/g/n o AC) e verificare la presenza di questo standard nel ripetitore che si vuole acquistare.

Inoltre, alcuni ripetitori riportano nella descrizione di essere dual band: questa caratteristica non è a rischio compatibilità ma può avere una marcia in più in quanto supporta due bande di trasmissione (2.4 GHz e 5GHz) anzichè una. Avere un modello dual band diventa importante nel caso in cui il nostro modem sia in tecnologia 802.11 AC, in quanto questo modem utilizza la banda 5 GHz.

Support MU-MIMO

MU-MIMO è l'acronimo di "Multiple User, Multiple-Input, Multiple-Output", ossia la capacità di supportare più connessioni simultaneamente, per più di un cellulare e/o un computer, ad esempio.

Con il MU-MIMO, ad ogni dispositivo è dedicato uno stream, e questo è un bene perchè ognuno dei dispositivi non "inciampa" sulla connessione di un altro, il che potrebbe rendere la connessione più lenta.

Ripetitore wi fi con presa o da scrivania

I modelli presenti in commercio si dividono nell'aspetto in queste due categorie. Alcuni possono essere collegati direttamente alla presa elettrica, mentre gli altri richiedono di essere appoggiati su una superficie piana.

I primi sono spesso più pratici, in quanto non hanno bisogno che di una presa di corrente. I secondi invece hanno invece il vantaggio di una maggiore flessibilità in termini di uscite ethernet e USB, per collegare dispositivi come le stampanti a getto d'inchiostro.

Mesh Networking: soluzione per casi estremi di copertura

Vi siete mai che tipo di router utilizzano per fornire le connessioni in grandi spazi, come nel padiglione di una fiera o in un albergo?

Quando l'area è particolarmente estesa e su più piani, il ripetitore tradizionale non riesce a fornire una soluzione soddisfacente ed è quindi meglio rivolgersi ad un sistema di mesh networking, che in italiano si può tradurre come "rete wireless di tipo mesh".

Una rete mesh è un insieme di router che "comunicano" tra loro, e che quindi non ripetono semplicemente il segnale. La rete si può espandere a piacere e, nonostante il nome esotico e la tecnologia complicata, la configurazione è a detta di molti più semplice che per i riperitori. La qualità del segnale è anche eccellente e la rete è espandibile a piacere.

Lo svantaggio principale è il prezzo: mentre un ripetitore può avere un prezzo che si aggira intorno ai 30 euro, un sistema come il Netgear Orbi RBK50 può costare 300 euro o più.

Powerline: ripetere il segnale attraverso la rete elettrica

Fino ad ora ci siamo occupati di sistemi che ripetono il segnale della connessione internet attraverso la comunicazione wireless: un segnale radio viene catturato, amplificato e ritrasmesso all'interno dello spazio abitato.

C'è però un'altra possibilità per portare la connessione in ogni angolo della casa: il sistema powerline non trasmette il traffico internet nell'etere, ma attraverso la rete elettrica, che spesso è diffusa in tutte le stanze.

Con il sistema powerline, bisognerà installare una presa trasmittente collegata al modem di casa e una presa ricevente nella stanza di casa dove si vuole ricevere il segnale. Il collegamento finale, tra la presa ricevente e il nostro cellulare (o PC) che vogliamo collegare, potrà essere wireless o ethernet. E' bene controllare quest'ultima caratteristica, perchè alcuni forniscono solo connessione via ethernet, che necessita di un cavo apposito e non è disponibile sugli smartphone. Meglio cercare quindi sistemi powerline con connettività wi-fi.

Meglio Powerline o ripetitore wi-fi?

Il sistema Powerline è pratico perchè si monta facilmente ad una presa ed ha risultati spesso buoni quanto quello dei ripetitori wi-fi, ma la sua performance è influenzata molto dalla rete elettrica di casa.

Infatti una linea elettrica con molti disturbi potrebbe costituire un problema, in quanto interferirà sul segnale dati internet, rendendo la connessione più lenta o totalmente compromessa.

Ulteriore problema emerge se la linea elettrica di casa è sezionata in più parti: in questo caso bisognerà accertarsi che entrambe le prese trasmittenti e riceventi si trovino nella stessa sezione di rete, altrimenti la comunicazione tra di loro sarà impossibile.

Conclusioni

Estendere la copertura del segnale wi-fi in casa oggi è facile, con un ripetitore da 30 - 50 euro si potrà spesso risolvere il problema e avere la connessione internet ovunque. Se l'abitazione è particolarmente estesa e si è disposti a spendere un po' di più si può valutare di acquistare un sistema Mesh networking, oppure ci si può affidare al sistema Powerline, a patto che la rete elettrica di casa non ponga ostacoli all'installazione.

Lascia il tuo commento a questo post!


Altri Post che potrebbero piacerti

Quanta Luce Fa 1 Watt Quanta Luce Fa Una Lampada: Guida Definitiva ai Lumen e Watt Equivalenti
Lampadine Vintage Lampadine Vintage: Come Scegliere le Migliori
Lampadine LED a Basso Consumo Migliori Lampadine Led E27: Guida alla Scelta Per Risparmo e Qualità
Docking Station Migliori docking station per iPhone, Guida e Recensioni
Termometri per Cottura Cotto a Puntino! I Migliori Termometri da Cucina => Come Scegliere
Generatori di Rumore Bianco Generatore Rumore Bianco: Scopri i Migliori per Dormire Meglio
Idropulsori Idropulsore Dentale, Waterpik o Portatile? Scopri i Migliori e Quale Scegliere